sabato, marzo 29, 2008

ALITALIA: turbative di mercato ?

Dopo molte riflessioni, ho deciso di inoltrare al Procuratore della Repubblica di Milano il seguente esposto verso terzi:

""Illustre PROCURATORE DELLA REPUBBLICA - MILANO
Premesso:
- che da diversi mesi sono in corso analisi e trattative per la acquisizione del Gruppo Alitalia da parte del Gruppo Air France - Klm;
- che da alcuni giorni, Air France - Klm ha formulato una proposta compiuta oggetto di negoziazione per realizzare tale acquisizione;
- che tale acquisizione si potrebbe sostanziare - previa autorizzazione di Consob spa - con un cambio di azioni fra Air France - Klm e Alitalia spa detenute dal socio di maggioranza (ovvero lo Stato Italiano tramite il Ministero dell'Economia) e dal pubblico indistinto;
- che conseguentemente su tutti i media, carta stampata e televisione, sono apparsi dibattiti piuttosto accesi sulla possibile concretizzazione di tale operazione;
- che sono pure apparse incitazioni e sollecitazioni da parte di alcuni fra i principali uomini politici finalizzate alla pubblica creazione di proposte alternative a quelle elaborate e proposte da Air France - Klm;
- che l'andamento del titolo Alitalia, quotato alla Borsa di Milano, ha subito fortissime oscillazioni di prezzo in ogni giorno di borsa aperta sino a subire numerose sospensioni alla negoziazione per eccesso di rialzo o di ribasso,
- che risultano pure inviti pubblici da parte dell' organo di controllo Consob Spa all'uso della dovuta cautela nel trattare l'argomento suesposto e comunque a "borsa chiusa";
Il sottoscritto:
SORGE LUCIO, nato a (omissis) ed ivi residente (omissis)
Espone alla Sua attenzione i predetti fatti affinché voglia verificare se vi siano stati atteggiamenti, atti o fatti - perseguibili penalmente - che possano aver costituito:
- turbativa (aggiotaggio, inside trading, favoreggiamento o altro) sul mercato borsistico alla regolare negoziazione del titolo Alitalia spa;
- sollecitazione impropria al pubblico risparmio.
Le preciso di non essere proprietario, né di esserlo stato in passato, di alcuna azione emessa da Alitalia Spa e di intervenire quindi come semplice, potenziale risparmiatore, eventualmente interessato all'investimento finanziario e disposto solo ad accettare il rischio implicito delle operazioni in specie.
In fede.
Lucio Sorge, (omissis) ""

Come espresso in altro mio articolo sullo stesso tema infatti si manifesta sempre di più la strumentalità del "problema Alitalia" da parte di quasi tutto il ceto politico a due settimane dalle elezioni dove non si ha alcuna reticenza di giocare sulla pelle della società, dei suoi dipendenti e dei suoi clienti pur di avvantaggiarsi con promesse o cercare vantaggi con affermazioni che rasentano l'avanspettacolo.

Alle improbabili cordate per l'acquisizione di Alitalia spa si stanno infatti accodando altre cordate riconducibili ai partiti scesi in campo nell'agone elettorale, al solo scopo di tutelare singoli o ristretti interessi, auspicando pure l'intervento dello Stato pur di mantenere posizioni assai poco difendibili.

Inoltre a voler pensar male occorre aggiungere che viene sollevato un tale polverone con affermazioni, smentite e mezze smentite che sospetto possano aver influenzato ed influenzare il corso del titolo della società quotato alla borsa di Milano, soggetto ad oscillazioni consistenti per cui non è escluso che questo evento possa essere stato utilizzato da qualcuno per avvantaggiarsene economicamente.
Abbiamo nel recente passato visto cose del genere (ricordate i furbetti del quartierino sui titoli Bpi, Antonveneta o Corriere della Sera?) per cui è opportuno che la Magistratura e l'organo i controllo Consob, attraverso Borsa Italia spa, facciano gli opportuni accertamenti ed indagini.
Sarebbe ancora più indecente che ci fosse chi se ne approfitta della situazione penosa e critica in cui si sta trovando la compagnia di bandiera italiana.
A presto.

1 commento:

Poesia ha detto...

Perdona l'intrusione... ti segnalo un'iniziativa di cittadini della Rete che hanno scritto una lettera aperta a politici, istituzioni e media, con lo scopo di richiamare l'attenzione verso quelli che dovrebbero essere i principali obiettivi di una politica civile, etica e basata sul bene comune.
Oggi, 2 aprile 2008, pubblichiamo la lettera congiuntamente sui nostri
blog. Se vuoi partecipare, vieni sul blog a prelevare il testo: Blog Action